Feeds:
Articoli
Commenti

Sapete cosa sono i carbon credit? Una spiegazione la potete trovare qui.

Bene, c’è una società australiana la Northwest Carbon ha avanzato una proposta (in fase di consultazione) al governo, di uccisione dei cammelli per aumentare i carbon credit tramite elicotteri o macchine attrezzate per il deserto. I cammelli producono 45kg di CO2 all’anno, per cui bisogna abbatterli in modo che le industrie australiane possano inquinare di più.

All’inizio non ci volevo credere e speravo fosse una bufala, ma invece è così.

Se volete e se conoscete un pò di inglese date un occhiata qui.

Continua a leggere »

Da Transition Italia , inoltro quest’evento per domani alle ore 18.00 in Piazzetta Centotrecento.

http://transitionitalia.wordpress.com/2011/05/12/strada-di-transizione-a-bologna/

Hai mai sentito parlare del picco del petrolio?

Conosci le conseguenze, già in atto, dell’aumento di temperatura del Pianeta?

Il mondo sta cambiando molto rapidamente e senza chiedere il permesso a nessuno.

Nei prossimi anni i cambiamenti saranno ancora più rapidi e radicali e noi possiamo fare solo due cose:

subire le conseguenze o inventarci la storia del nostro futuro.

Modificando consapevolmente il nostro stile di vita, anche su piccole cose,

attivando iniziative ecologiche singole o di gruppo

possiamo creare un futuro sereno, piacevole e pieno di soddisfazioni.

Ci sono più di 300 comunità nel mondo che hanno già messo in moto il processo di Transizione e più di 2000 si stanno preparando per farlo, ma la cosa più bella e sorprendente è che sembra proprio che funzioni!

Ne parliamo con Massimo Giorgini, uno dei facilitatoridel movimento delle Città di Transizione in Italia

Scarica il volantino in pdf da qui

Altro evento da non perdere:

grazie al GAS di Imola, in collaborazione con l’Eco Istituto di Faenza, avremo modo di riflettere sul consumo critico e consapevole e
verso azioni sostenibili.
Interverrà Natale Belosi, coordinatore del Comitato Scientifico Eco Istituto di Faenza, esperto di livello nazionale nel campo dei
rifiuti.

In allegato il volantino da diffondere il più possibile.

Saluti

Eco Habitat

Ciao a tutti il 28 Aprile presso il British Institutes di Imola, con il nostro esperto in bioarchitettura Marco Nieri avremo modo di
parlare della qualità dell’abitare, e confrontarci sui temi del risparmio energetico, della sostenibilità ma anche del benessere e
della salute nelle nostre case.
Parleremo di materiali, impianti, campi elettromagnetici, geobiologia, e di come le piante ci possono aiutare dentro e fuori la nostra casa.

Da qui potete scaricare il volantino.

Buona Pasqua a tutti!

Un bellissimo evento arriva nella bellissima cittadina in Transizione.

Se hai degli oggetti in buono stato che non usi più o che penseresti di buttare, grazie al G.A.S. (Gruppo di Acquisto Solidale) di Imola, il 16 Aprile nella Galleria del Centro Cittadino, puoi donarli o scambiarli gratuitamente con altri oggetti.

IL BARATTO:

In economia, il baratto è un’operazione di scambio bilaterale o
multilaterale di beni o servizi fra due o più soggetti economici (individui, imprese, enti, governi, ecc.) senza uso di moneta.
In un mondo dove la “legge del mercato” sembra l’unica possibilità di comportamento ci pare bello e utile tornare alle “radici del mercato”, prima dell’avvento del denaro, dove lo scambio reciproco si basava su
valori legati alle reali esigenze delle persone e il mercato era anche un momento di socialità.

Hai oggetti che non ti servono ma sono ancora in buono stato?
Vorresti scambiarli gratuitamente con altri oggetti?

Come Gruppo di Acquisto Solidale di Imola riproponiamo questa pratica perché crediamo che:

  • dobbiamo orientarci sempre di più verso forme di consumo critico e consapevole, non dettate da modelli consumistici;
  • tutto quello che può essere riutilizzato da altre persone non deve essere buttato via;
  • il baratto dei beni usati risulta un ottimo modo per ridurre la propria impronta ecologica (l’impronta ecologica è un indice statistico utilizzato per misurare il consumo umano di risorse naturali con la capacitàdella Terra di rigenerarle) e per condividere le proprie cose con gli altri in modo utile, attivo e divertente.

Non è ammessa alcuna forma di pagamento in denaro, solo scambio di oggetti o eventualmente cessioni gratuite. Per facilitare lo scambio è previsto il valore 1 per ogni oggetto (porto un libro… ricevo un “buono”, porto un cucchiaio… ricevo un “buono”…, compro un libro, lo pago un “buono”, compro un cucchiaio, lo pago un “buono”).

I prodotti non scambiati al termine della giornata verranno riproposti per il baratto in analoghe iniziative future.

Per informazioni: gas-imola@liste.retelilliput.org

Da qui potete scaricare il volantino in alta risoluzione!

Il sindaco di una città nel distretto di Fukushima (Akita) , chiede aiuto :

Quello di cui abbiamo urgentemente bisogno ora è carburante, gasolio, acqua e cibo. Ma più di tutto il resto, abbiamo bisogno di carburante perché senza carburante non possiamo fare nulla. Non riusciamo a mantenerci al caldo o a far andare le pompe dell’acqua.

fonte:The Guardian

Come si può, nel mezzo di un disastro nucleare chiede del carburante?! Non chiedono cibo, acqua o quant’altro possa servire alla loro sopravvivenza. No, chiedono gasolio.

In effetti non hanno tutti i torti, pensateci : senza carburante le idropompe non funzionano , quindi l’acqua, anche se contaminata, non riesce ad arrivare nelle abitazioni; i camion che trasportano cibo non possono muoversi, oltre a tutti i mezzi di soccorso.

Purtroppo questa grave situazione si sta espandendo in tutte le zone circostanti, le pompe di benzina hanno tutte le scorte e neanche i volontari degli altri paesi riescono a muoversi.

Questo mostra quanto la nostra dipendenza dal petrolio l’abbia fatto diventare un bene di primissima necessità.

Meditiamo.